username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

16 aprile 2013 alle ore 7:45

Correre,sempre correre

Nelle pagine ingiallite

che nascondono ancora stupite

le fatiche d'una vita
a confermare l'incertezza del futuro

vanno i pensieri
dove il Paradiso sembra una prigione

Bevo bicchieri colmi di desideri

a innaffiare campi seminati
a germogli d'afflizioni nell'anima in subbuglio

lunghi corridoi grigi
popolati da fantasmi del passato

a fare a spallate e scalpitare per rivelarsi 

e in quest'agitazione

sentire i soffi gelidi d'una brezza gentile

nel brivido d'emozioni
che scaturiscono da quel nulla 

Continuare a correre

inseguito dalle ombre dei ricordi

e scivolare e rialzarsi
sul lago ormai gelato della gioventù.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento