username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

19 agosto 2012 alle ore 10:38

Delusioni fagocitate

La stanza del rifugio
che avevo creato per voi
ha chiuso la grande porta
che si spalancava
ogni volta che bussavate.
L'urlo del mio silenzio
e della mia indifferenza
vi seguirà sulla strada
che calpesterete
preparando la vostra condanna
e l'inquietudine
che mi attanagliava
ha formato un lago d'acqua stagna.
Ho estirpato
dal giardino dei miei sentimenti
tutte le radici che mi legavano
e le ho bruciate nel fuoco
della più odiosa ragion di stato.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento