username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

13 dicembre 2012 alle ore 7:57

Diamoci una smossa

Incontro continuamente
sguardi con occhi gonfi
di mute domande,
senza risposta;
con espressione triste
e lineamenti brutali
porgono ceste 
colme di bontà infette,
con un'unica coscienza rimasta:
la stupidità nell'affontare
la triste realtà.
Prendono in prestito
il pianto del cielo
pieno di nuvole,
che turbolente e minacciose,
sospinte dal vento,
favorevole oppure contrario,
viaggiano di qua e di là,
senza meta.
Nessuno può predire
cosa ci riserva l'avvenire,
con la vita che va
inconsciamente incontro
al tempo che passa
inesorabilmente,
ma non sprechiamola
tra l'immobilismo e l'aspettare,
perchè l'unica cosa certa
in questo mondo,
emozionante,
che scoprirlo
giorno per giorno
è appassionante. 
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento