username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

17 aprile 2013 alle ore 21:26

Figli delle stelle

Prostrato dalle angosce 

sfoltisco ombre d'artefatte vivacità

nell'eco dei falsi ricordi

col cuore che batte speranzoso

E guardare avanti

supportato dall'esperienza
di viscidi colpi ricevuti

cercando ogni giorno
una nuova emozione

e in quegl'incubi
che bruciano ancora l'anima

subire la paura
di lunghe notti insonni

minaccia continua

con nevrosi improvvise
ed eccitati stati d'ansia

Arcobaleni infiniti

bagliori splendenti 

si fanno spazio
nell'immobilità del mondo

a cercare il senso di questa vita
solitamente parca di gioie

Noi figli delle stelle

a conservare ognuno

una impronta dell'universo.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento