username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

05 agosto 2017 alle ore 21:19

Il mio canto libero

Nel mio Essere

che coglie accoglie e raccoglie
i segnali del tempo che scorre

nuvolaglie alternate al sereno

imbiancano a chiazze
ora grandi ora piccole

il mio cielo e la mia vita

Là cerco di essere ciò che voglio

senza far del male ad alcuno
se non a me stesso

e in questa mia scelta
di essere ciò che sono

mi par di sentir ognora

canti infiniti di solitudine
intonati da maestranze competenti

vilipese e ferite nell'anima

e anche umiliate nella loro bontà
.
Cesare Moceo @
Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento