username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

29 marzo alle ore 20:56

Il mio rifugio

"Togli le nuvole e l'edera dalle stanze dell'anima" (Cristina Gangale)

Non riesco a trovare
le parole giuste

per definire le ore di noia

in cui mi pervade
quell'immensa sensibilità

che mi conduce a ansie e lacrime

trappole d'oscurità di pensieri
tra le luci della solitudine

sfarzose volontà di vita
a improvvisarci sopra

e riempirmi l'anima

Siedo spesso e volentieri
a ridosso del mare

a sentirne la felicità nell'onde

Da quì mi sembra
di veder più vita

vittorie nel nitido orizzonte

con l'anima che si rinfresca
ai dolci soffi di brezze

quasi queste fosser ventagli

agitati da invisibili mani celesti

E resto così a leggere e pensare

a congiungere i miei pensieri

e a cercar di vincere
il tormento dei giorni
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento