username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

17 gennaio alle ore 14:24

Il mio vento non è un fiume che scorre

Cammino con la pace nei passi a guardare come si fa sera sul lungomare deserto dove incontro soltanto gabbiani che razzolano sul marciapiede frettolosi al mio incedere a svolazzare lesti di paura Vado con la quiete nel cuore nel vento gelido e umido che m'arrossa le guance alzando gli occhi al cielo sacrificio di speranza per scorgere il tramonto del sole o qualcos'altro per cui sognare Là m'accorgo nel piacere dell'anima che il mio vento gelido non è un fiume che scorre imprigionato tra gli argini e obbligato alla sua strada ma il soffio dolce della libertà sotto il cielo strabiliante d'azzurro . Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento