username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

19 gennaio alle ore 8:24

Il pomeriggio racconta l'anima dispersa

Ho sbagliato lo so e me ne sono accorto in quegli attimi vissuti nella delizia goduta tra le ombre a inspirare la fragranza dell'ozio vestigia di giorni migliori Dove sono stato fin'ora io chiedo senza ottener risposta ai gesti nel tempo affidati al destino a scorrer silenti in or senza senso nostalgie di ciò ch'ancor poteva essere e mai non è stato orizzonti lontani a completar l'ondeggiar degli insulti che rivolgo a me stesso complimenti subiti e donati alla mia perdizione reale e invisibile Ho sbagliato lo so e me ne son pure accorto anche se stare in quel mondo di sola apparenza e d'occhiate confuse facendone parte mi ha dato armonia come se il mio sentire potesse ricevere un senso compiuto E vado adesso peregrino bastonato e sommesso in cerca della mia anima dispersa . Cesare Moceo poeta di Cefalù Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento