username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

16 dicembre 2018 alle ore 8:41

Il primo gradino

Dovrebbe esser festa oggi almeno al sentir le campane che annunciano la domenica e invece l'aria intorno sospira di niente anzi di morte e di fame Mi sembran inutili illusioni il frusciare degli alberi e il rumore del mare che fino a ieri mi riempivano i giorni e questo sole divenuto pallido d'un tratto a brillar di tenua luce sui miei pensieri fermi in bilico sul primo gradino di questa spirale profonda che m'attira a sé dentro la mia sconfitta . Cesare Moceo poeta di Cefalú Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento