username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

03 febbraio alle ore 20:38

L'affannoso respiro dei giorni

Placide onde rumoreggiano immerse nel loro soffice rotolarsi meraviglia di profonda visione ai miei occhi spiaciuti risuonanti tremule di bianco e d'azzurro a infrangersi in mille gocce sulla sabbia e trasportando nella loro risacca il piacere di tornar a esser ancora mare Così sono i miei pensieri nostalgie struggenti di ricordi privi di vita con l'anima schiumosa di afflizioni continue in giorni vissuti come fosser della tragedie a albeggiare in allegria e tramontare nella tristezza . Cesare Moceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento