username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

16 ottobre 2012 alle ore 21:28

Lavoro: onore e rispetto

La stagione opportuna
è quasi trascorsa,
tra gustosi sapori,
fatiche e dolori.
In questo tramonto,
il silenzio è già pronto
e porta la pace
a chi stanco,ora tace.
I giorni di fuoco
son quasi passati
e gocce di fresco
inondano il viso,
c'è brezza nell'aria,
preludio di pioggia,
il vento che s'alza
accarezza i capelli,
sentire il suo abbraccio
che asciuga il sudore
a far ritemprar
nelle prossime ore,
ma ecco da forza
e porta scompiglio
a salvare il lavoro
devi aver piglio,
è giunta la sera
la voglia d'amare
fa dunque sognare
la gente che spera.
E' l'ora che anch'io
mi avvii al mio letto
portando con me
onore e rispetto.

cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento