username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

19 gennaio 2016 alle ore 21:11

L'unico freddo che mi nuoce è quello della cattiveria umana

Segnato da arcane estasi
a sostenere il mio vivere di troppo amore

e con la mente ancora compagna vigile
del corpo oramai in disuso

trovo rifugio dentro fantasie romanzate

a forgiare il mondo

e peccare contro i buoni costumi
e le convenienze sociali

sfruttando ogni vena
dei miei giacimenti interiori

particolarmente inclini a esotici pensieri
senza impegni di sorta

non sempre ben accetti
dalla realtà e dalle azioni

E mi accetto al caldo dei legami
stretti e inscindibili

che ho con il presente

che è già passato

a farlo divenire vocazione primaria

alla ricerca del mio destino
d'afferrare la felicità per la sua coda
.
cesaremoceo
proprietà intellettuale riservata
Copyright

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento