username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

21 ottobre 2012 alle ore 22:54

Miseria o nobiltà

C'è tanta gente che predica bene
e razzola male e ciò che dice
è il contrario di quello che pensa.
--------------------------------------------------
Quannu u iornu agghiorna,
agghiorna pi tutti;
quannu u suli affaccia,
affaccia pi tutti
e quannu quarìa,
quarìa a tutti;
accussi dicevanu l'antichi !
Forsi l'antichi avevanu tortu ?
Io' nun ci criu,
u me suli quannu spunta 
è bellu splendenti
e mi quarìa sempri
picchi già trova
lu me cori cavuru e
li me' pinsèri sinceri;
u vostru, forsi è suli favusu,
ca pi quariarivi
av'a squagghiari prima
u ghiacciu c'aviti 'nto cori
e dintra 'a testa,
e dopu,sulu dopu,
vi quarìa pi pietà
e misericordia. 
Secunnu mia aviti
cchiù miseria ca nobiltà.

cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento