username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

12 aprile 2013 alle ore 21:26

Ode a te,cara amica fame

Un tempo mi eri familiare

hai condiviso con me
i giorni pieni dell'infanzia

ti sei inserita vigliaccamente
nel mio vissuto

mi hai rubato i migliori momenti
della fanciullezza

a saziare dispiacevoli silenzi

con i tuoi morsi tenaci
provenienti dal nulla

e ancora oggi ne porto i segni

respirare la tua aria

e contorcermi in aspri spasmi 
nel silenzio del silenzio

intonare cantiche che scivolano via 
mute

per imbrogliarti e disperderti nel vento

Adesso penso a te senza rancore
senza rabbia senza dolore

e ti ringrazio

Ti sono grato

perchè hai plasmato il vivere quotidiano
nelle mie esperienze di vita

nei rapporti con gli altri

con la mia famiglia

nella crescita delle mie figlie

mi hai insegnato a superare tormenti interiori

e ricordandoti nell'immenso gusto di quel tempo

provo il meraviglioso piacere
di sentirmi in pace con la coscienza.
.

cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento