username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

15 dicembre 2012 alle ore 9:08

Tramonto di fede

Un'altra notte,
fredda e buia,
è passata,sorge
una nuova alba di speranza 
nel desiderio
che il prossimo sole
non bruci le attese,
ma riscaldi
a custodire
intensi sentimenti
e non far piangere
lacrime
avvolte da nuvole
di anime vaganti
in questa essenza
sconosciuta
e mitigar le fitte
di spine pungenti al cuore
inebriato 
degli odori del passato
e ubriaco
dagli errori del presente.
Non resisto
a uno sguardo nel cielo
a implorarTi
dalla mia finestra
brumosa e gelida d'inverno,
tra notizie funeste
di bimbi ammazzati
e lucidità offuscata;
i passi dell'uomo
sicuro e fermo
sono scomparsi
e nei pochi attimi
di luce sempre più fioca, 
s'innalza lenta
la mia preghiera
in quell'alba
e...nel nulla tramonta.
.
cesaremoceo

Commenti
  • Cesare Moceo Questa poesia è uno sfogo/speranza dopo che uno squilibrato ha ucciso più di 20 bambini in una scuola americana.Mi sento impotente di fronte a tanta ferocia e prego...sperando...

    15 dicembre 2012 alle ore 14:12


Accedi o registrati per lasciare un commento