username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

28 gennaio 2017 alle ore 21:09

Uomini...chi di parola,chi di parole

Sovrana e regina
stasera sei tu mia luna

nel tuo soave influsso
a dar fiato al mio sgardo

beato nell'inebriante luce

delle vaghe stelle
che ti danzano attorno

dolci virtù a rallegrare il mio cuore

Rivolgo a te

in questa mia preghiera

ogni mio ancestrale e selvatico sospiro

affinchè in questo sommesso rumorio

germogli il piacere
di vagabondare senza tempo

per i terreni angusti dell'anima

tappa obbligata delle emozioni
cariosside nuda delle passioni assopite

E tornare così
alla mia dimensione umana

a quel valore aggiunto del mio Essere

che mi faccia sopportare i dolori
che m'impone il mio vivere
.
cesaremoceo
proprietà intellettuale riservata
copyright

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento