username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

09 maggio 2012 alle ore 23:05

Verrà un giorno...

Mi guardo
spesso allo specchio
per riuscire ad individuare
qualche scritto sulla mia fronte
o giù di lì che mi faccia capire
da dove prendono spunto
gli altri per comportarsi
in un certo modo,
ma non riesco
a trovarne traccia,
allora cerco conforto
nella mia mente e,
finalmente, trovo una spiegazione.
Evidentemente la cattiveria
che si annida nel cuore
delle persone esplode
nei loro gesti quotidiani
e nelle loro parole.
Quella cattiveria che nasce
dall'infelicità che alberga
nell'anima nera che hanno
e che non li fa stare in pace
neanche con loro stessi.
Chssà se anche loro
si vedono allo specchio?
Forse l'hanno talmente nero,
come la loro anima, 
che non riescono a guardarsi
ne dentro,ne in faccia!
Ma verrà un giorno...

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento