username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cristina Bove

in archivio dal 22 giu 2007

16 settembre 1942, Napoli

segni particolari:
Da sempre dipingo, scolpisco, leggo e qualche volta scrivo. Ho avuto una seconda vita insperata e intensa... i miei figli... la creatività... il miracolo di essere ancora viva, testimone del mio tempo e della mia vita.

mi descrivo così:
cristinabove.splinder.com

05 dicembre 2007

Accozzapoesia

Questa pseudo-poesia è fatta con i  versi più ricorrenti fra i “poeti”, sperando che nessuno se l’abbia a male e che, invece, esorti a creare espressioni originali.

Ed ecco a voi l’Accozzapoesia

 

Me ne stavo a guardare

Al levar del giorno

Al calar della sera

Al calore del sole che scalda

Presso la fonte che disseta

Come un gabbiano

Tra gabbiani  gabbiani e ali di gabbiani

Con l’afflato e l’anelito

Nel gelido sussurro di dolore

Tra i fantasmi del ricordo

Nel tormento dell’anima

Come rugiada su rosa appassita

Nel cerchio di fuoco

Il mio urlo di dolore

Il colore del sangue

Nel deserto dell’anima

Estrema emozione

Nell’abisso profondo

Un viaggio senza fine

Come foglia d’autunno

Il vociare dei bambini

Parlarsi con gli occhi

Piangere a calde lacrime

Nel rumore assordante

Dove l’onda s’infrange sulla scogliera

Respiro al risveglio

Brivido caldo

Capelli al vento

Un angolo di solitudine

Carezza sulla pelle vellutata

Nel tramonto infuocato

Nell’alba radiosa

Nel sole splendente

Le spine e le rose

Respiro profondamente

Ombra notturna

Amore senza fine.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento