username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

20 maggio 2012 alle ore 3:39

Nel Pugno L'Amore

"Correva il vento lungo i fianchi sfatti per la fatica,
una leggera brezza notturna sfiorava il viso.
Avevo sentito la mia melodia notturna entrarmi nel cuore,
quella che si cerca ogni giorno quando senti dolore.
Era lì,sulla pelle,negl'occhi di un bambino ingenuo che sorride al mondo,
tenero abbraccio,prima del sonno.
Era una piacevole musica che esplode quando tace per troppo tempo,
quella intima essenza di chi cerca di udire nel profondo del silenzio
il suo più piccolo scorcio,un sibilo familiare,una carezza che fa gelare.
Era nel suo pugno la melodia che portava dentro,
era riuscita a contenerla,a sentirla,a farla sua.
E' esplosa come un fuoco d'artificio acceso d'improvviso
ed ecco il cielo che si colora della musica del vento,
quella che trovi una volta sola e che porta tormento,
un tormento dolce quasi eccessivo,
quello che ti fa volare dritto in paradiso."

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento