username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniela Iodice

in archivio dal 19 gen 2012

04 maggio 1991, Napoli - Italia

mi descrivo così:
​Siamo attori di noi stessi e ci perdiamo tra i riflessi di una falsa ambizione costruita sulla notte.

[​Arthur Rimbaud]

19 gennaio 2012 alle ore 13:37

L'Uomo Con L'armonica

Il racconto

"Un suonatore d'armonica regala leggere note ai vicoli della piccola città.Suona,l'uomo,contento della sua musica,suona,volteggia e ride.Qualched'uno,dalle finestre malandate,getta,un pò sparse,monete che il suonatore raccoglie senza mai staccare.Nell'aria profumo di mimose,in un giorno di marzo,è quasi primavera.Tutto ciò fa da sfondo all'animo opaco di qualcuno che,al di là delle tante finestre,stringe nel pugno una penna ed il suo cuore.."Caro amore.." e tutto tace.Dopo aver donato un pò d'armonia con le sue leggere intonazioni,l'uomo dell'armonica lascia i vicoli e sparisced dietro un maestoso rosso di meriggio.Non si sa chi fosse,nessuno s'era interessato,nessuno l'aveva ben guardato o rivolto una sol parola.E così era.Ogni giorno,alla solita ora.Un uomo con l'armonica faceva dono ai vicoli della piccola città d'un pò di leggere intonazioni sparendo,poi,dietro il rosso del meriggio."

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento