username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Daniele Brioschi

in archivio dal 19 mag 2012

07 settembre 1993, Concorezzo (MB)

mi descrivo così:
"La poesia è poesia quando porta in sé un segreto" (Ungaretti). Spero solo che la poesia riesca ad avvicinarmi a questo segreto, che avvicini voi, a questo fantastico segreto che è la realtà, che sono pure io: scrivendo imparo a conoscermi, leggendomi spero mi conosciate.

04 gennaio 2017 alle ore 13:02

L'amore mio, che non si vede

Nudo come la roccia
Levigata da millenarie acque
Incompreso come un forestiero
Che ha finito tutti i gesti
Spaventato come un bambino
Quando al buio scopre 
Che cos'è la vera Assenza
Arreso come un perdente
Quando l'ideal di bene immenso
Si scontra con un cuore
Che in realtà da sempre esige
Fragile come Gesù
Nel momento di quell'abbandono
'Eli! Eli! Lemà sabactani!'
Lo eri Tu davvero, fragile?
Così è l'amore mio,
che non si vede:
E che ha bisogno di essere salvato.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento