username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

David Herbert Lawrence

in archivio dal 22 apr 2015

11 settembre 1885, Eastwood - Inghilterra

02 marzo 1930, Vence - Francia

segni particolari:
Sono stato al centro di molte polemiche per l'audacia con cui ho descritto la sessualità nel mio romanzo del 1928, "L'amante di Lady Chatterley".

mi descrivo così:
Sono stato uno scrittore, poeta, pittore inglese e un appassionato viaggiatore. La voglia di esplorare mi ha portato a girare il mondo per un anno intero e in questi spostamenti non ho mai smesso di scrivere.

22 aprile 2015 alle ore 21:51

Sole d'autunno

D'autunno il sole fa spuntar i crochi
e li riempie sino a traboccare
di vino mortale, tesoro
che giù scorre per i calici, sprecato.

Tutte, tutte uguali le pallide coppe di Persefone
son sulla mensa, stracolme;
versata è la porzione degli dei;
ora, voi tutti bevetene, o mortali!

Questo è il momento, pienissimo è il calice
di cielo scintillante;
prenderà ora ogni mortale
la bevanda in un unico lungo, forte sorso.

Fuor della coppa della regina infernale, il pallido vino celeste!
Bevete allora, invisibili eroi, bevete!
Mai le labbra si ritirino dai calici
mentre volte ai cieli son le gole.

Assumete così, entro il vino, il grande giuramento
degli dei sul cielo, la terra e il gorgo infernale,
di romper questo nauseabondo sogno morboso
ove assieme ci dimeniamo per il desiderio.

Giurate, sul pallido vino versato dalle coppe
della regina d'inferno, di svegliarvi e liberarvi
da quest'incubo in cui ci agitiamo,
di fuggire da questo passato immondo.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento