username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Diego Sasso

in archivio dal 25 gen 2011

01 febbraio 1977, Formia - Italia

25 gennaio 2011 alle ore 14:06

04/09/2001

In vasto riempire sfugge
la colla dei destini traditi,
inesprime il candore del forse
l’incontrato dissapore
dei bruciati fiocchi,
ho temuto la crudeltà del colore,
credendo d’essere un vile
pensavo che per il fluido inchiostro
non doveva esservi nel liquido
la purezza del profumo
innatamente dorato,
geneticamente spudorato
e alterato, leggo i pensieri
decifrandoli tramite cibernetici capti
e l’immagine fu di un nuovo insolente
coinvolgente sole, che paracadutando
un delicatissimo angelo coprì,
disinfettando le velenose
geometriche astrazioni,
poco dopo,
ricomparve
l’elemento aria,
in seduzione astrale

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento