username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Domenico Hawksland

in archivio dal 24 ott 2008

15 agosto 1974, Galway - Irlanda

28 ottobre 2008

Gocce d'acqua

Partire un giorno
lasciandosi dietro il mondo
attraverso le nuvole di un temporale
e volare, eterei
dove non c’è spazio per gli altri colori
dove il sole rende tutto bianco o nero
e il cielo non si vede mai
eppure continuare a fluttuare
senza meta né perchè
a volte piangendo, altre pensando, altre sognando
cercando risposte che non esistono 
se non dentro di noi, nella nostra stessa realtà
cercando un appiglio
un punto da cui osservare, estraniati
l'angoscia del non sapere
ma nulla ci viene incontro
nel nostro fluttuare
e la speranza, la gioia
è dello stesso colore delle nubi
delle quali siamo parte
poi improvvisamente
appare
ed ha gli stessi colori che erano nei nostri sogni
il verde, l’azzurro, il rosso, il giallo
le nostre speranze, i sentimenti, i sogni, i desideri
ecco la nostra meta, il nostro destino
a far parte di quell’arcobaleno
goccia fra tante
dopo un viaggio senza un perché, senza una fine
ricominciare a vivere,
ricominciare a riflettere la luce.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento