username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisa Bellanti

in archivio dal 17 mar 2007

29 maggio 1982, Agrigento

segni particolari:
Solare, riflessiva, egocentrica, lunatica, imbranata, fragile... praticamente perfetta...

mi descrivo così:
Scrivere, per me stessa... Per le tre donne che si muovono nella mente e dai miei pensieri prendono vita. Scrivo per loro: per Varyena, Shynnovea e Shemaine. Tre caratteri distinti che all'unisono presentano un'unica donna... Me

29 marzo 2007

Di sole vestita, d'argento adornata.

Di sole vestita
d’argento adornata
di pallida luna sbiadita.

A scatti ti volgi ad una soglia socchiusa
ad uno specchio distratto ti mostri avvilita
al  giorno che fugge ti porgi atterrita.

Tendi alla luce che irradia l’aurora.

Di sole vestita
d’argento adornata.

Guardando il cielo piangi delusa
gridare vorresti, ma non ti senti capita
gelide voci: vieni rapita.

Ti struggi, combatti, ti liberi
        e ancora...

al vento sopito invochi tormento
al tempo che corre vuoi dare riposo

t’innalzi maestosa per dire qualcosa
taci nel vuoto per insoddisfatto sgomento.
 
Di sole vestita
d’argento adornata.

Ritorni alla vita con vigoroso talento
riponi con maestrìa il tuo ego furioso

ricoperta di veli come una sposa
ritrovi la quiete per un solo momento.

Tace il silenzio nulla ti sfiora.

Di sole vestita
d’argento adornata.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento