username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

30 aprile alle ore 22:25

Corpo urlante

Quanto cambia
il cosmo
quando
corpo
solo 
trafitto
s’acquatta
primitivo

nella malattia

E cambia 
il tempo
le coniugazioni
del quotidiano
vivere
nei sogni
che
malattia
ladra 
sottrae
energia

memoria

e acquisti
un cumulo 
di mancanze 

non ricordi
un nome
e tremi

Cambi 
amore
ogni giorno
io per te
tu per me

in unico
corpo urlante
che non so dire
non 
oso
dire 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento