username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emilia Filocamo

in archivio dal 18 feb 2011

13 febbraio 1977, Pompei

segni particolari:
Ars longa, vita brevis.

mi descrivo così:
Scrivere è tutta la mia vita. Wolfskin, in uscita nel 2014, è il film tratto dalla mia fantasy novel. Diretto da un giovane regista americano di horror e thriller, è ambientato fra l'Abruzzo e Spoleto ed è il  primo capitolo di una saga di streghe e licantropi. 

06 maggio 2012 alle ore 13:15

Due Cento diciannove

Sono un buco, se mi dai qualcosa,
dici subito dopo che è persa, se hai
coordinate speciali, mi eviti: dentro di me
si affolla un variopinto e curioso orfanotrofio
di oggetti a cui morirono le mani sbadate.
Intorno possono crescermi aureole di fiori
e balde fontane, stagioni a falda larga, ma
un buio è il mio stomaco, folle imbuto e
geloso.Io stessa mi spavento di come
ho inghiottito occasioni e candele, plotoni
di carezze ancora ruvide sulla pelle in
campagna di pubertà, tre nomi ed un amore.
Più volte ho provato a guardarmi là dentro,
cercando la posa degli smarriti, ma sono solo
una soffitta girata verso l'inferno, di alto ho solo
lo sguardo, di grande la fama della ragnatela
che aspetta mimetizzata le prime luci dell'ala
a favore d'inganno. Si, sono un buco, tutto ciò
che mi offri è mio per sempre, non restituisco,
contraccambio con un occhio che non si chiude,
non faccio sorprese. Ho l'ingordigia di tutti i vuoti,
sacchi di cose scivolate via dagli altri, pozzi
divenute pance ma senza merito.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento