username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emilio Basta

in archivio dal 21 nov 2012

28 giugno 1945, Venosa (PZ) - Italia

mi descrivo così:
Sono un sensibile sognatore, amante di tutta la poesia di autori emergenti.

24 marzo 2015 alle ore 18:18

Soliloquio

 
 
Nella casa dell'anima
La fanciulla di luna
Con le ali del vento
Ascolta la voce fioca
Del primo mattino.
La zingara misteriosa
Dai gesti antichi
Ed un filo di memoria
Respira l'aria leggera
Della sua adolescenza.
Il suo sguardo intenso
Proiettato verso l'ignoto
Alla spasmodica ricerca
Di un universo da sogni.
Ma a sud del suo mondo
Non gli sorride nessuno
Ed il fruscio del canneto
Si è fatto ululato da lupo
E la luna non canta più
La sua dolce nenia.
Ora per lei è solo
Un noioso soliloquio. 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento