username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 06 giu 2015

Fabio Farina

27 luglio 1977, Formia - Italia

elementi per pagina
  • 06 giugno 2015 alle ore 13:25
    L'ISPIRAZIONE

    Voglio che la mia scrittura non abbia mai dei confini.
    Vorrei scrivere all'impazzata e far percorrere alla mia penna,
    ogni rigo del mio quaderno e far capire al mio lettore,
    ogni mia immaginazione.
    Per scrivere ho bisogno dell'ispiraione, 
    e quando arriva ho sempre un'intuizione.
    Quell'intuito che mi porta a scrivere senza esasperazione.
    Mi soffermo su ogni rigo con molta attenzione,
    scrivendo cose meravigliose... e ad ogni spazio vuoto, 
    apro una sensazione.
    Se sapessi scrivere come un vero scrittore,
    non basterebbero centomila fogli, per descrivere quel che sento nel mio cuore.
    Son qui attratto dalla maestosa natura che s'estende dalla mia casa, 
    fin dove tramonta il sole.
    In tutto questo frastuono di mille emozioni provate in un sol giorno,
    non m'accorgo che insieme al sole, tramontano anche i pensieri del mio cuore.
    La mia penna invano scrive ancora... e non s'accorge che ha finito l'inchiostro.
    Così come il sole è tramontato, i miei pensieri con lui sono andati... 
    La mia scrittura però non li seguirà, anzi gli dirà: "Quel che è scritto è scritto. Rimarrò qui e lascerò a questa gente, un meraviglioso rammento di un mondo sempre aperto,
    ad ogni sentimento. 

     

     
  • 06 giugno 2015 alle ore 13:08
    ALBERO...

    L'autunno ti spoglia
    e ti fa sentire solo 
    perchè ti toglie le tue foglie,
    le tue amiche.
    E tu stesso, le vedi volar via...
    Ma al sorger della primavera 
    madre natura te le ridona, 
    per non farti sentir più solo,
    e per farti tornar bello com'èri l'anno scorso...
    e per dar vita ad un giardino,
    che per tutto l'anno ha pianto.