username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Fede B

in archivio dal 02 set 2008

n, B

mi descrivo così:
Sono sempre sopra ad un cavallo? sono sempre sopra me stesso.

02 settembre 2008

Odore di salvia

… Un esile ramo di salvia dentro la terra scura.
La terra colta dai raggi del sole appare chiara nella sua aridità.
Avvicino la mano sinistra alla guancia e la fermo contro il viso.
Un intenso odore di salvia.
Con gli occhi e le sopracciglia assumo un’espressione stupita e stupida.
Il mio sguardo si muove per quel poco che ho davanti.
La punta delle dita.
La mano sinistra.
Bellissima.
Le unghie sono sporche, nere.

 

… E anche la destra ha le unghie macchiate di morte.

 

Un autobus privato.

 

Non ricordo quella volta che baciai una compagna di scuola,
una ragazza molto affascinante e viva.
La toccai per tutto il corpo ed era un’amica, forse tanti anni fa.

 

… Se sono accadute

 

Certe cose che accadono, appaiono a me come qualcosa che poteva accadere, e che per una parte di me sono accadute.

 

… Alberi

 

A pochi metri da casa, un avanzo di campo da poco verde riposa, assorbendo i pensieri in eccesso.
Un mese fa erano ancora nudi, al contrario degli uomini che si scoprono, con il caldo che aumenta.

 

… 21-23

 

Sto tornando dall’Agorà, è andata bene mi dice un amico.
Volto la testa verso di lui. I suoi occhi sulla strada poco illuminata dai fari ormai stanchi.
Mi è andata bene penso, potrò morire altre volte.

 

… E non mi sono mai accorto.

 

… Compagna?

 

Torno ancora a pensare alle sensazioni che vorrei su di me, sopra i miei umori.
In alto,  la luce non si è abbandonata ancora. Dei lunghi pugnali d’ombra trafiggono le speranze e spaccano il cuore.

 

… Della finzione

 

Devo pensare che sono fortunato. Da grande non avrò bambini che si ammaleranno sei volte in sette mesi di raffreddore, e non me ne dovrò preoccupare, ecco perché non voglio piangere.

 

… Della gioia

 

Non avrò modo di urlare in faccia a chi amo, che l’odio che mi porto è sempre per loro.
Solo così potrò sentirli vicini.

 

Mentre un uomo passeggia…

 

Le colline si nascondono tra loro e ognuna imbecca l’altra su chi è più bella o rigogliosa.
Un vecchio cedro del Libano sorridendo di queste discussioni così frivole, si chiede cosa ci fa in Toscana… poi ci rinuncia, ormai e lì da troppo tempo, non si ricorda più.

 

Abbiamo lasciato fare per troppo tempo

 

Quando… le definizioni si adattano come gli uomini… e gli insetti vengono uccisi dalle basse temperature, la maggior parte.

 

Mentre bevo un vino rosso invecchiato alcuni anni in botti di rovere, penso a cosa sarebbe servito rimanere a casa ad ascoltare della musica.

 

E così, una bambina viene dilaniata da una mina in Cambogia quando chiudo gli occhi.
Apro gli occhi e vedo i resti: sangue e metallo, carne e metallo.

 

… della fine

 

Alzo il volume per non sentire, ma non serve, non ha a che fare con i miei sensi ma solo con la mia coscienza.
Forse strappandolo dal corpo, ma sono sicuro che funzioni.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento