username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Fedel Franco Quasimodo

in archivio dal 04 dic 2006

04 agosto 1960, Catania

mi descrivo così:
57 anni, impiegato scritti aforismi, poesie introspettive, sociali, religiose, numerosi riconoscimenti in concorsi letterari nazionali ed internazionali; presente in varie antologie. Accademico dell'Accademia Costantiniana di Palermo; Accademico e Cavaliere della Cultura Dell'Accademia il Rombo

13 maggio 2011 alle ore 8:21

Fotografie

Quelle foto
Ti incorniciano
Cosi’ come sei.
Ti regalano
La giovinezza sempiterna.
Ti rinchiudono
In una spendida stanza,
dove regna
il giardino dell’infanzia.
Non aggrava
Gli acciacchi della vecchiaia
La foto
Mostra il sorriso;
esclude ogni ombra
di tristezza.
Le gambe del bimbo
Non cessano di irrigidirsi
Sul cavalluccio a dondolo.
La culla non smette
Di dondolar
L’infante in posa
Col lindo completino.
La pena di una guerra;
le mitraglie non urlano;
gli aerei non decollano
per funeree missioni.
Fotografie:
richiamano la nostalgia
del tempo che fu;
di un mondo che ora non c’è;
realta’ che non sara’ piu’.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento