username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Federico Negro

in archivio dal 14 nov 2012

14 settembre 1968, Lecce - Italia

14 novembre 2012 alle ore 7:52

Essenze

di Federico Negro

editore: Boopen

pagine: 104

prezzo: 9,50 €

Acquista `Essenze`!Acquista!

Un viaggio attraverso i sentimenti, “sussurrando lentamente... audacemente” parole, “che cingono trasparenti emozioni”. Scorrono, percorrendo un “tragitto dai mille colori”, “disegnando evoluzioni che si sciolgono in un amore visibilmente presente...”. Ed è questo, ciò che rappresenta la poetica di Federico Negro, la concretezza essenziale di “un’anima dalla lucente sensuale vitalità”.  Delicatezza, che si schiude in metaforiche immagini, in sensi che inebriano, creando “armonie fuori dal tempo”. Fluidità, che alimenta la musicalità dei versi, “inquadrando sottili stupori che ascoltano piaceri di indefinibile entità”, adagiandosi intimamente oltre la freddezza di un’era, che sembra vada al contrario della “cavalleria” passata. Un incontro di silenziosi “piccoli passi”, di magia che regala “immensità” per gli attimi vissuti. Sensibilità maturata, in un tragitto ricco di ostacoli e di mutamenti, attraversando i cieli ed i mari dell’umanità, fatta di istinti e di abbracci. Vibrazioni salutari, di purezza, di sorrisi accesi che Federico, riesce abilmente a descrivere. La freschezza percepibile, definisce ogni singolo verso, compiacendo la bellezza di "saziarsi" in ciò che il vero Amore, può semplicemente donare. Portavoce di battiti, di un cuore “complesso, spigliato a volte sensuale”: “ti carezzerò nutrendo la pelle di seta ed ascoltando i brividi dell’inesprimibile desiderio”. Un canto d’amore è questa silloge: “complesse sonorità invadono delicatezze complici di piccole impressioni che producono un’unica crescente emozione”. Poesia che entra in punta di piedi, regalando ciò che l’indifferenza quotidiana, ha dimenticato l’uso. Passione percepibile nella costante “emancipata” seduzione che passa dall’anima al cuore. Orizzonte, che diventa tangibile, di terra fatta di storia, di coraggio, di silenzi e di urla. Ricchezza di un sentire che “come fulmine... diviene sostanza”: Essenza; apoteosi di chi è perennemente innamorato dell’Amore, nonostante tutto e tutti.

recensione di Dulcinea Annamaria Pecoraro

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento