username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesca Lo Bue

in archivio dal 05 mar 2011

Lercara Friddi - Italia

07 maggio alle ore 9:04

I Libri per il Maggio dei Libri

Libro errante

Di me che cerco un sentiero dritto e sconosciuto
nella mia radice di niente.
Toccare da qualche parte la parola prima,
rannicchiata nel fango purpureo,
fra voci fosche e luci sfuse,
tra gli alberi cinerini del tempo che assorda.
Voce argentata di luna nuova,
voce di figlio e di padre.
Labbra traslucide, assetate dell’oscura fonte dritta,
smarrita nella vasta nebbia immemoriale.
Scendono verso il sud le colombe timorose d’oscurità.
 
EL Libro Errante

Busco la senda derecha, desconocida
en mi raíz de nada.
Tocar desde alguna parte la palabra primera,
agazapada en el lodo purpúreo,
entre las voces hoscas y las luces derretidas,
entre los árboles cenicientos del tiempo que ahoga.
Voz-plata de luna primera.
Voz de hijo y de padre,
labios traslúcidos, sedientos hacia la oscura fuente
erguida,
extraviada en la vasta niebla inmemorial.
Descienden hacia el sur las palomas temerosas de
oscuridad.
 

Commenti
  • nicola rempiccia Testo notevole per trasporto interoiore e qualità poetica

    15 maggio alle ore 14:27


Accedi o registrati per lasciare un commento