username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 16 giu 2011

Francesco Franzese

09 giugno 1974, Crispano - Italia
Segni particolari: Ero, sono, sarò... mai uguale, ma sempre lo stesso!
Mi descrivo così: La vita è un brivido che vola via! E' tutto un equilibrio sopra la follia! (Vasco Rossi)

elementi per pagina
  • 16 giugno 2011 alle ore 18:41
    Fermo immagine

    Gli occhi umidi della memoria
    lubrificano l'antica serratura
    nell'irretita soffitta
    di sogni ormai in lutto.

    Tace l'antico dolore
    soffermato a mirare
    l'opaco manto di ruggine
    sulla decadente regalità.

    Dall'uscio schiuso nell'ombra
    ecco una brezza ammuffita
    accarezzar la rugiada
    sul volto impallidito.

    D'un tratto cala la fine
    sugl'inquieti pensieri
    e liberati da prigionia
    ingialliti ricordi evadono.

    Come in un fermo immagine
    follia e sogno congiunti
    nel muto amplesso appagante
    e l'animo si nutre d'eterno!

    F.F.

     
  • 16 giugno 2011 alle ore 18:41
    Luna spiona

    Faresti scivolare una lacrima
    sul vellutato puerpero viso,
    memore di giorni e istanti
    condivisi e indissolubili.

    Ma gli occhi puntati
    ricadon sull'uscio
    e la chiave rivolta
    del cor la porta.

    Accenni un sorriso
    coraggioso e impaurito
    di rivelar agli altri
    la menzognera realtà.

    Muta luna spiona,
    spettatrice isolata
    del dolor lacrimato
    versato stanotte.

    F.F.

     
  • 16 giugno 2011 alle ore 18:40
    Sospiri

    Si spalma buio in cielo,
    messaggero di ogni fine
    invita al talamo sposi
    o ad amplessi illusori.

    L'incoscienza dei due,
    distanti anni e lunga via,
    è sedotta dalla luna,
    ma in comune solo lei.

    Ansiosa ed irrequieta,
    truccata d'innocenza,
    lei vaneggia già sull'altro,
    si vicino, ma non accanto.

    Imbarcata fantasia
    e svestitosi dei guai,
    resta immerso nei sospiri
    che lei mai ascolterà.

    (F.F.)

     
  • 16 giugno 2011 alle ore 18:39
    Perfette imperfezioni

    Continuava ad ignorarle tutte, assorto in un mondo passato o irreale, certo non più attuale. "Ma attuabile sempre...." aggiungeva lui con quel sorriso che gli solcava i pensieri, mentre brillavano i suoi occhi.. Lui immaginava soltanto una, le altre non esistevano. Forse neanche lei, ma nelle sue fantasie non si assentava mai. Perfino la sua assenza nella realtà era profumata come un sogno di una notte invernale al calor di un camino. Cosa aveva di così speciale? Tutte le altre preparate a puntino, dopo ore in sala trucco e i vestiti più alla moda, non le degnava di uno sguardo. A lei bastava un qualsiasi straccio.. Indossato da lei diventava armonioso e illuminato dalla luce dei suoi occhi. In fondo lei era così semplice.. Irrequieta quanto basta e romantica a suo modo. Ma si amava ed amava la vita ed era contagiosa, così come il suo sorriso che facevano chinar gli occhi a lui che non reggeva quella luce. In fondo l'amava per un solo motivo.. Lei non era le altre, lei non era uno stampo rifatto più volte. Lei era l'ideale armonia del caos e dell'ordine, della luce e del buio.. Lei e le sue perfette imperfezioni. (F.F.)

     
  • 16 giugno 2011 alle ore 18:35
    Alba sarà...

    Lo sguardo annebbiato
    nelle piovose sere
    di tiepidi luci
    nel buio delle vie...

    non scaldano i passi
    del solitario omino
    con l'amico paltò
    scrigno dei suoi pensieri.

    Vagando di notte
    tra le amanti stelle,
    interroga lune
    su sorrisi smarriti.

    Vaneggia la mente
    tra memorie e realtà
    trascinate nel fiume
    che fissa da un ponte.

    Presagi e paure
    tra le oscure ore
    di lotta estenuante...
    finché alba sarà!

    (F.F.)

     
  • 16 giugno 2011 alle ore 18:32
    Chi sei?

    Tu esisti.. Tu irrealtà della mia fantasia. Nella musica sei una nota, quella non ancora nota! Nella poesia quel verso mai finora scritto. Nei sogni l'irraggiungibile proibito.. Un organismo virale che ti entra dentro, ti circola in ogni pensiero.. E cura non c'è! Sei l'aria dei sospiri miei.. L'aroma profumato di un fiore sconosciuto.. La presenza più assente e l'assenza più presente!! Ma chi sei in realtà? Sei solo.. le parole dei miei silenzi!! (F.F.)

     
  • 16 giugno 2011 alle ore 18:30
    Due presenze.. assenti!

    Inviti ancor protesi ad unificar pensieri di due ancor accanto con sguardi assai distanti. Mattini senza alba e notti senza sonno per donna e uomo soli con la penombra amica. Occhi innalzati al cielo a rimembrar memorie di attimi e passioni spazzati via dal vento. Battiti troppo lenti per invogliar a danze; l'immobilismo regna dal corpo alle parole. Vuoti da colmare di un passato mai passato, aleggiano sulle vite di due presenze assenti. (F.F.)

     
  • 16 giugno 2011 alle ore 18:27
    Smarriti pensieri...

    Smarriti pensieri tra foto ed il fumo, indistinti tra dita. Segreti lavori in corso sui sentieri della mente, che rincorrono frenetiche onde, fino ad annegare schiumanti nel loro impeto. Un ragazzo seduto a riva, testimone e protagonista dell'evento irreale. Plagiate emozioni ridestano l'anima dalla fugace evasione. Ritorno al presente e svuotata illusione di aver vissuto. Il morto apparente può ora rialzarsi e viver sognando attimi e giorni, fino a stremare nei palpiti attesi! (F.F.)