username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Giuliano

in archivio dal 13 set 2011

Idria - Italia

segni particolari:
Barba bianca e capelli radi. Scrivo e pubblico articoli di Didattica della chimica in "CnS" (SCI) e in "Scienze & Ricerche" (AIL), in www.latinainvetrina.it, in www.buongiornolatina.it e in http://educa.univpm.it. Aborro la separazione della cultura umana, che è una e una sola.

mi descrivo così:
I romanzi:I sassi di Kasmenai,Il foglio;Come fumo nell'aria, Prospett.Ed.;Il cercatore di tramonti, Il foglio; L'intrepido alchimista,SensoInversoEd.; Sulle ali dell'immaginazione,Aracne. Le poesie: M'accorsi d'amarti;Quando bellezza m'appare;Ragione e sentimento;Voglio lasciare traccia,Libr.Ed.Urso

14 novembre 2012 alle ore 12:46

Epicuro

Epicuro,
grande faro dell'uomo,
leso nella tua dignità
secoli orsono,
moderno e utile oggi
il tuo pensiero appare!
Guida sei al senso della vita,
con sentimento di piacere,
eccelsa virtù.
Appaghi  l’uomo nel  vivere
ogni momento, simil a raggio verde, 
come fosse l'estremo,
staccato da ogni ansia futura.
Con l’atarassia e l’aponia,
lo rendi libero,
lo induci, edotto dei suoi limiti,
ogni pregiudizio a rifiutare,
il mondo a padroneggiare
con il soffio che batte.
Con la scienza del canone
lo indirizzi nel pensare e nell'ordire,
lo educhi a fuggire
dall'afflizione
salvando l’anima
tormentata dalla passione.
Fai, alfin, capire
che della morte insensibile,
paura non si può avere.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento