username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Giuseppe La Rosa

in archivio dal 15 set 2008

01 settembre 1980, Catania - Italia

segni particolari:
Misantropo

mi descrivo così:
Nessun giudizio potrà scalfire l'anima delle mie dita che brandiscono la penna

20 dicembre 2014 alle ore 23:46

Bon Voyage

Sei partito senza le tue valige,
quelle zavorre appese alle spalle,
caro amico, oramai pallido.
Fuggi adesso, lontano da te,
dal tuo immondo sogno
di saggezza e pazzia.
Di che vivesti in tempi passati
se non della tua inutile speranza?
Nulla di me può trattenerti
perché la mia carne adesso è fredda
a la tua aura splende
come il fuoco di un grande incendio.
Adesso puoi sollevare i tuoi piedi,
mostrare a tutti il tuo volo, invisibile.
Sei morto, caro amico, fratello
ed io potrò dimenticarti
serenamente.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento