username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Francesco Giuseppe La Rosa

in archivio dal 15 set 2008

01 settembre 1980, Catania - Italia

segni particolari:
Misantropo

mi descrivo così:
Nessun giudizio potrà scalfire l'anima delle mie dita che brandiscono la penna

17 gennaio 2011

Non ci arrivo

Non lontano dalle rive
sonnecchianti tigli pendono
lambendo gocce d'acqua,
minuscoli granelli di terra
sprofondano nei rovi obovati
svaporando l'iridescenza.
Trattengo la mia testa
tra le mani tremanti.
Lamento duramente
la mia giovinezza,
come i tigli e la terra
privati della loro esistenza.

Commenti
  • Antonio Colosimo Amara consapevolezza delle cose non dette e non fatte. Triste e malinconica. Bella.

    27 gennaio 2011 alle ore 19:20


  • Francesco Giuseppe La Rosa Grazie per il commento. L'esperienza detta le parole.

    29 gennaio 2011 alle ore 20:03


Accedi o registrati per lasciare un commento