username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Franco Spada

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Franco Spada

  • 04 novembre 2010
    Serata intenzionale

    Nasce dall'insoddisfazione
    del sentire,
    ammirare la vetta.
    partendo dal fondo di pensieri e di vita
    arrampico sovrano
    dei miei desideri.
    il fango non intacca
    la mia mente
    ma trova fertili
    le follie di ogni giorno.

  • 10 gennaio 2009
    Donna/arredamento

    Fidati di una donna
    che apre le gambe
    prima di cena.
    Fallo meno di una
    che le apre
    dopo essersi fatta pagare
    la cena.

  • Chi giace alle mie spalle?
    Forse solo un riflesso di me stesso,
    delle mie paure?
    o forse, un esile omuncolo codardo,
    in catene, che arriva strisciando,
    con il viso deturpato, gli occhi folli di azzurro
    e con gridolii inumani
    spia disperato i miei versi, continuando
    a strapparsi le unghia e infierendosi ferite
    su ferite già aperte.
    COSA VUOI!
    ... credi che per me sia
    TUTTO SEMPLICE!

  • 07 gennaio 2009
    Alla stazione

    Treno cuscino alba.
    sorriso di un bambino
    gente che passa
    di fretta e con calma
    rumore nel palmo della
    mano, vola troppo alto
    quell'areoplano
    metamorfosi Kafkiana
    monotonia e stupidità
    umana
    mille le andate e mille i ritorni
    si trovano persi
    dentro i miei giorni.
    Viaggio senza meta
    viaggio organizzato
    il suo sguardo una cometa
    questo cielo annuvolato.

  • Codarde parole
    in codarde giornate.
    Vigliacco con la coda tra le gambe
    abbaio ma non mordo,
    non lo so fare.

  • 07 gennaio 2009
    Alcol

    Passeggiate dantesche
    in serate dense come
    il sangue,
    duole il fatto che l'inferno
    sia tutto intorno
    il paradiso lo si intraveda
    tra le serrande di un fatiscente
    BAR aperto
    nonostante l'ora
    il purgatorio te lo trascini
    sulle spalle
    insieme alle luci del mattino
    pignolo e ficcanaso!