username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Franjo Matanovic

in archivio dal 04 feb 2008

23 agosto 1964, Svilaj Donji (BIH)

20 febbraio 2008

Gatta nera

Intro: C'era una volta una gatta nera. E sì, il verbo al passato è proprio azzeccato perché a volte i ruoli possono invertirsi e i luoghi comuni rovesciarsi...

Il racconto

Vi racconterò che cosa mi ha detto la gatta nera alla quale un giorno ho attraversato la strada portandole sfortuna, perché in seguito venne investita da un camion.
Mi ha detto: "Ti guardavo ogni sera come scendevi dalla tua automobile e prendevi come minimo una borsa di plastica, qualche volta anche di più e andavi su nel tuo appartamento salendo centinaia di scalini. Al mattino ti vedevo come scendevi e portavi la stessa borsa di plastica (almeno una) e buttavi nel cassone della spazzatura e dopo andavi da qualche parte, probabilmente andavi a prendere altre borse di plastica che portavi su e giù. Ma a noi gatti non è per nulla chiaro... perché in quelle borse di plastica spesso sentiamo gli odori di buon cose..."
Così mi diceva quella gatta nera che ha avuto la sfortuna di finire sotto un camion. Adesso ho notato che mi osserva una gatta bianco-nera.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento