username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gabriele Prignano

in archivio dal 31 gen 2015

04 aprile 1931, Napoli - Italia

segni particolari:
Scrivo  - poesie, racconti, romanzi -  e continuo a scrivere, per trovare una ragione e un conforto alla fatica di vivere. Le storie di personaggi inquieti, grotteschi rappresentano un po’ lo specchio delle mie personali vicende.

mi descrivo così:
Scrivo poesie  d’Amore o, meglio, per amore della vita, in contrasto perenne con la visione di una Fine irreparabile e inevitabile per tutti. Mi ispira la grazia, la bellezza, la tenerezza in conflitto con l’idea della separazione da quanto amiamo e desideriamo, ma, ripeto,  destinato col tempo dolo

31 gennaio 2015 alle ore 15:27

Tu, mia Luna

E vago ora smarrito
nel buio bosco del cielo
oro e ghirlande cerco
e germogli di sogni
fiocchi di luce
per te io ora colgo
dolci occhi ridenti
dolce sorriso
dolci labbra amorose.
Tra grappoli di nuvole e stelle ardenti
e colori odori amori
pianta cresciuta in cielo sei
nutri mio ardore
tu, mia Luna
mio Sole, Respiro, mia Vita
amoroso sussurro di lento canto
per silenzioso amante
Luna luce che acceca sei
distesa.
Vola mia mano
vola e si posa
su labbra tue dorate
vola su sentieri color latte
e fiume di miele fluente
ove inebriato annego e muoio.
((Gabriele Prignano))
Tutti i diritti riservati.
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento