username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gerardo Di Filippo

in archivio dal 23 nov 2005

09 marzo 1978, Benevento

segni particolari:
Il poeta degli angeli. Pubblicato in varie antologie, premiato in svariati concorsi letterari. Il mio contatto MSN è [email protected]

mi descrivo così:
Sono il poeta degli angeli, cerco di vivere con ciò che so fare meglio: scrivere e amare.

23 novembre 2005

Eternità

I suoi abbracci sono così lontani,

il suo viso annebbiato dal tempo.

Vorrei aver scattato una foto ai suoi occhi,

almeno l’avrei vista per sempre!

Potrei scrivere che per ricordarla mi basta guardare il cielo,

o chiudere le finestre e pensare al mare;

ma non si può guardare il cielo in eterno,

e le finestre bisogna aprirle, prima o poi.

La paura di dimenticarla è così forte,

che mi dà la certezza di non dimenticarla mai:

le rondini non possono dimenticare il cielo,

né il sole, gli angeli.

Tu che leggi, regalami un sorriso

e quando ripenserai a questa poesia,

chiudi le finestre e guarda il mare.


Dal libro "...di Te e di altri angeli"

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento