username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giacomo Ciacciarelli

in archivio dal 06 nov 2006

02 agosto 1955, Rieti - Italia

07 novembre 2006

Mattino di maggio

Nell’intrico dei rami,

bianchi fiori di maggio,

il via vai di un’ape

disegna il mattino.

 

Le forsizie ondeggiano

crescendo nel vento,

l’oleandro le osserva

come padre amoroso.


 Di variopinte petunie

l’aria si colora,

la mia donna veleggia

carezzando le rose.

 

Chiudo gli occhi,

sono una rondine

che prima si posa,

poi vola lontano.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento