username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gianfranco Pacco

in archivio dal 22 set 2009

04 ottobre 1963, Trieste - Italia

segni particolari:
Peter Pan dai canestri alla montagna, passando per il palco e la scrittura.

mi descrivo così:
Geometra... a canestro su un palco... sempre a zogar come i fioi su una nuvola... scriver de tuto come in una favola...

22 giugno 2011 alle ore 21:36

El foglio per tera

Su e zo pe’i clanz

saltando come fioi

traversando el patoc

se gavemo deciso

giusto per darghe un cuk

Ghe xe un pontisel

de legno sbusado

che mi una volta

in acqua son cascado

Un tempo lontan

proprio rente al bosco

co’ una casa dirocada

viveva un mato losco

Ierimo muleria

‘ssai voia de aventura

zaineto sule spale

e via nela radura

Pien de animaleti

che ne zompeta intorno

quà xe sempre ombra

no ‘riva sol de giorno

Come nel fiabe

ma el principe no xe

tachemo una cantada

e i alberi ne varda:

i rami sta ridendo

e par che ne domandi

indove stemo ‘ndando

Meo no scherzar

chi comanda, quà ghe xe

meo no stuzigar

xe un orco, no un re

Nel bosco un sortilegio

ga tuti trasformado

nissun no ga’ coragio

mai se ga’ ribelado

e ‘lora cari amici

noi semo quà per quel

‘nderemo de ‘sto orco

cavandose el capel

ris’ciando in mezo ai spini

rivemo sul canzel

la casa casca in tochi

no xe gnanca el campanel

rumori e cigolii

sula porta ghe batemo

trema un fiatin le gambe

ma in fondo riveremo

Se verzi pian pianin

ma la drìo no xe nissun

in fondo un camineto

de schena ghe xe un

Xe proprio lù, el mostro

un orco ‘ssai cativo

volemo ‘ndar vardarlo

magari no a tocarlo

passetti assai pici

e se avicinemo

ma co’ rivemo là

el vecio el va in fumo

ma cossa xe un scherzo?

El fumo po’ svanissi

in tera un foglio scrito

e tuto se capissi

“se legerè sto foglio

vol dir che son sparido

bravi gavè vinto

pericolo svanido”

pensemo tuti insieme

ma chi iera ‘sto orco

lo gavemo afrontado

el mato via xe ‘ndado

sto mostro lo ga tuti

ghe vol corerghe incontro

e noi de quela volta

una roba xe sicura

che gavemo capido

come vinzer …..la paura

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento