username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giorgia Blasi

in archivio dal 23 mag 2006

30 maggio 1974, Roma

mi descrivo così:
Silenziosa

28 dicembre 2006

Si dice, si evolve...

Si dice, si evolve...
parole che grido nel mio petto vuoto.
Sognando e sbandierando un sorriso,
mi fingo vincitrice e salvatrice.
 
Si dice, si evolve...
piove una voce che umilia,
volevo smarrirmi e  dipingermi in una tela di infiniti suoni,
volevo  inaugurarmi come una certezza pellegrina.

"Parola di amore", "amore",
in un mio verso  ti immortalo,
senza chiamarti ti sconfino...
ti improvvisi nel mio ciglio che sbatte violento,
come un tramonto ti affoghi dolcemente,
luminoso  mi dici "siamo".
"Tempo di amore", "amore",
la tua forma non ha senso
preme tutto cio'che hai rovesciato nel mio cuore
un tempo che non passa,
uno stagno dove la pietra  rimbalza,
un riposo senza lenzuola,
la memoria dove  tutto è eterno.
La paura non mi distoglie,
dietro il mondo di tale calore il mio mondo perde distanza,
si colma e  si richiude in un volo.

Si dice, si evolve...
pallido sguardo segreto che si infuria e si dilegua
la "volta prossima" non mi attende, ormai contemplo...
scorro la mente, rimane una sola stagione in cui l'alba
è il tramonto, sostanza dell'amore.

Si dice, si evolve...
folgorarsi del nulla e meravigliarsi del tutto.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento