username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Giovanna Mulas

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Giovanna Mulas

  • 12 settembre 2011 alle ore 10:27
    L'odore del mio sempre

    Porti l'odore del mio sempre, e il rumore di risacca,
    giu', tra riva e scoglio,
    ne' campi immensi i fiori e lidi peli bianchi
    di passato grevi, ove rifugiano la bocca mia,
    e gli occhi pieni.
    Mi sei di sangue, e
    Di stesso sangue fatto, Tu,
    che componi, affondi la carne prima,
    alle alture del cervello
    lassu' dove, del cuore, avviso solo fremito costante,
    sicuro e unico
    fedele.
    Ed empirai di latte, spada mia, la coppa ardente.
    Oh, so, capezzoli ginestra i muri prepotenti ai quali
    romperai ogn'indugio,
    le dita rami
    d'oceanico seme, giu',
    oltre il buio dolce
    dove non c'e' stagione
    ma primavera,
    sempre,
    germoglia.
    Lassu' dove nient'altro, io voglio avvisare.