username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giovanni Battista Quinto

in archivio dal 21 mar 2013

Lauria - Italia

29 marzo 2013 alle ore 7:29

Passione in cuore mio

Pioggia incessante
mischiata a doloroso sangue
scivola sul dolce tuo volto,
caro amico mio.
Occhi rivolti al cielo,
insensibile cielo nel toccare
tua passione affranta,
dolore lancinante che...
penetra le carni graffiate e
martoriate da frusta d'uomo ingrato.
Cammino d'indicibile tormento
t'attendeva su quella croce
portata a spalla,
tra sguardi duri,
insulti, e tante offese
nel tuo triste atto di dolore.
Caro amico,
uomo ricorda in sua abitudine noiosa,
il tuo sofferto calvario.
Tu hai posto il tuo essere
dinanzi a noi
emeriti peccatori,
falsi e ipocriti!
Hai salvato le nostre vite
portando il tuo amabile essere
su quel duro legno pesante,
inchiodato, oltraggiato,mortificato
dalla stessa umanità feroce che salvasti.
Qual bislacco sentimento,
quale umana miseria,
quale grido di dolore
potrà mai apportare
gioia al mondo intero!
Quando gli uomini saranno
in grado di farti scendere
da quella Croce senza fine?

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento