username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giovanni Boccaccio

in archivio dal 23 nov 2001

1313, Firenze

1375, Certaldo o Firenze

segni particolari:
Il primo prosatore della tradizione letteraria italiana.

mi descrivo così:
Sono un innovatore, il "papà" degli umanisti, il mio Decameron infatti è ispirato alla nuova concezione antropocentrica dell'universo.

05 agosto 2011 alle ore 17:38

Mentre virtù de' bei vostri occhi sente

Mentre virtù de' bei vostri occhi sente,
arde ogn'alma gentil d'onesto amore,
tanto e sì puro è il lor vivo splendore,
il qual basso desir mai non consente.

Le voci poi se con l'orecchie intese
dall'angelica bocca ode uscir fore,
a voi sola volgendo i sensi e il core,
tutta d'alti pensier s'empie la mente.

Ogni vostro atto con mirabil arte
l'anime lega e rende l'uom felice:
oh grazia altrui non data in terra mai!

Ma chi rimira la divina parte
è fatto cieco al fine, e seco dice:
"In sole ardente, lasso, m'affissai".

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento