username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 07 ago 2012

Giovanni Donadelli

18 giugno 1969, Sassari - Italia
Mi trovi anche su:

elementi per pagina
  • 28 marzo 2013 alle ore 18:34
    mexico lontano

    Quando fuggo,scappo da me.
    E ovunque vada mi ritrovo sempre.

     
  • 28 marzo 2013 alle ore 18:33
    provo

    Ancora oggi quando tutto sembra risolto e tutto l’avuto e il ridato. e un pensiero amaro rimane chiuso nella sua cassa da qualche parte del cervello e non rido più per qualcosa che mi faceva ridere come che non piango più per qualcosa che mi faceva piangere. Adesso mi sento senza forze ma con una forza interiore che esce al suo momento.
    Sento che non posso più amare se qualche volta ho amato. Vorrei odiare ma no ne sarei capace.
    Vorrei un segnale che dica sbagli o fai bene ma non esiste un dio per questo.
    Così navighiamo nel mondo sbattuti dalle onde contro onde che non mi danno la possibilità di tornare.

     
  • 28 marzo 2013 alle ore 18:32
    deserto

    Non esiste nessun posto dove ti puoi sentire perduto a un punto tale  come quando lo sei con la tua ragione.

     
  • 28 marzo 2013 alle ore 18:30
    ancora

    Vedi ancora oggi, come ieri il tempo non passava,  e lento probabilmente si muove ma rimango ancora fisso come per aspettare che piova o che smetta,E il freddo passi tra maglioni che ancora portano una memoria  tra intrecci di lana  e  buchi di sigaretta. Tu per una volta ancora mi hai dato un sogno che mi sono creato, e al momento mi sembra  di non poterlo più ricostruire  e mentre vegeto, mi vedo nel momento in cui un arrivederci  era stato sinonimo di addio. solitario ho lasciato un limite per non tornare.

     
  • 07 agosto 2012 alle ore 11:14
    ti Amo ...ma...

    Prediligo star male subito e soffrirne per un momento.
    Più tosto che perire  con lentezza amandoti.