username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Giovanni Milazzo

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Giovanni Milazzo

  • 03 maggio 2014 alle ore 19:17
    COME CHAMPAGNE...

    COME CHAMPAGNE…
     
     
    La mia vita
    Che trambusto interiore
    Sente come un’eco
    Di ticchettio incessante
    Come lo sbatter d’ali di farfalla
    Che voglia infrangere vetri assolati
    Come impazzita per aver lasciato
    Il fiore suo profumato
    Dove il nettare succhiava
    Che le inebriava l’ore…
     
    La mia vita
    Trasparenza imperlata
    Di bollicine impazzite
    Come d’inebriante champagne
    Alzato in due calici
    Di cristallo pregiato
    Sorseggiato da amanti
    Che nel bere solo ritrovano
    Gli antichi splendori
    Di un amore che lentamente
    Ma inesorabilmente
    Si va spegnendo come bollicine
    In un calice oramai quasi vuoto
    Di champagne…
     
     
     
     

  • 12 novembre 2013 alle ore 12:56
    Colloqui con l'anima...

    Mi abbandono alle maree del mondo interiore
    per abbracciare la vita
    con la  volontà di sapere…
    Richiamo stralci di pensieri seppelliti
    dal mio alter ego
    e  mi ritrovo con l’amara consapevolezza
    di non poter fare alcunché
    per cambiare mille vecchie lune
    dal mio passato impervio.
    Mi  fermo allora ad osservare i passi
    del tempo mio passato
    e  capisco che devo tornare
    ad essere me stesso
    per cancellare a volte a malavoglia
    l’involucro senz’anima che già m’apparteneva.
     
    Respirare aria nuova questo mi dice il cuore…
    Scavo allora dentro per comprendere il denso silenzio
    che avviluppa tante vite attorno a me
    insane e insoddisfacenti.
    Cammino districandomi tra melma putride
    e ossa di animi infranti
    che con ghigno soffocato sorridono
    della mia ingenuità.
    Non è silenzio ciò che odo in ciò che mi circonda
    ma silenzioso rumore  che è stanchezza del vivere
    per non saper ritrovare
    i propri valori perduti
    per non saper aprire la porta alle opportunità
    che la vita comunque ci dona
    per ritrovare quella gioia che ci indurrebbe a camminare… 

  • 12 novembre 2013 alle ore 12:34
    camminiamo insieme...

     
    Camminiamo insieme!
     
     
    Vieni, scendi qui dentro
    in fondo al cuore,
    non aver paura,
    qui c’è la musica che hai sempre cercato
    qui c’è la fine che non hai mai trovato.
     
    Serberò il tuo passo
    sulla terrazza del mio cuore
    e la dolce abitudine
    del tuo alito sulla mia fronte.
     
    Serberò la tua bella mano chiara
    alla portata della mia luce
    e le tue ginocchia audaci
    vicino al mio desiderio…
     
    Serberò l’oblio del tempo,
    delle tue assenze, e la presenza
    del sublime ricordo
    di te e di me in cammino
    verso il sole che domina
    l’ombra fitta delle ginestre.
     
    Mai privato di questo amore
    il mio amore,
    né di nessun amore del mondo
    che mi riconduca al tuo cuore,
    le mie parole si confondono
    se i tuoi occhi danzano innanzi ai miei …
     
    Il tuo bel sorriso
    che riscopro in ogni tua movenza
    io seguendoti lo incido in fondo al cuore.
    Tu m’insegni il puro mestiere
    d’essere felici,
    il cuore addossato al tuo riparo