username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giovanni Milazzo

in archivio dal 12 nov 2013

18 agosto 1933, Brindisi - Italia

mi descrivo così:
A ottant'anni compiuti mi riservo ancora di curiosare nel mio "avvenire"! Per ora, e da pochi anni solamente, mi diverto a buttar giù deri versi... Troverò qualche cuore buono che li troverà gradevoli? Mi piacerebbe diventare famoso ma non piangerò se questo non accadesse! Ciao a tutti, miei cari!

12 novembre 2013 alle ore 12:56

Colloqui con l'anima...

Mi abbandono alle maree del mondo interiore
per abbracciare la vita
con la  volontà di sapere…
Richiamo stralci di pensieri seppelliti
dal mio alter ego
e  mi ritrovo con l’amara consapevolezza
di non poter fare alcunché
per cambiare mille vecchie lune
dal mio passato impervio.
Mi  fermo allora ad osservare i passi
del tempo mio passato
e  capisco che devo tornare
ad essere me stesso
per cancellare a volte a malavoglia
l’involucro senz’anima che già m’apparteneva.
 
Respirare aria nuova questo mi dice il cuore…
Scavo allora dentro per comprendere il denso silenzio
che avviluppa tante vite attorno a me
insane e insoddisfacenti.
Cammino districandomi tra melma putride
e ossa di animi infranti
che con ghigno soffocato sorridono
della mia ingenuità.
Non è silenzio ciò che odo in ciò che mi circonda
ma silenzioso rumore  che è stanchezza del vivere
per non saper ritrovare
i propri valori perduti
per non saper aprire la porta alle opportunità
che la vita comunque ci dona
per ritrovare quella gioia che ci indurrebbe a camminare… 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento